Non esiste la malattia, esiste solo l’Uomo malato
Ippocrate

Il nostro é un Organismo dalla complessità indescrivibile il cui benessere dipende dall’armonico integrarsi di ogni sua funzione.

Vivere significa relazionarsi con l’ambiente circostante e con ciò che in esso è presente e pensare di poterlo fare evitando ogni stimolo che possa turbare gli equilibri del nostro corpo é evidentemente assurdo; ma il prendere coscienza di ciò che può minare il nostro benessere ci mette in condizione di poterlo meglio salvaguardare.

Nulla viene dimenticato, tutto viene imparato: gli eventi del nostro vivere ci plasmano (in-formano) incessantemente condizionando il nostro successivo modo di essere e gli esiti (anche inapparenti) di traumi fisici, errori dietetici e stress emozionali ecc. favoriscono l’instaurarsi, anche dopo molti anni, di squilibri che, quando superano le capacità di compenso del Sistema, danno origine a stati di malessere o di malattia.

Analizzando le variazioni del tono muscolare nelle varie batterie di tests, la kinesiologia applicata ( semeiotica neuromuscolare ) ci permette di identificare ciò che sovverte l’armonia del nostro organismo e di stabilire criteri di “precedenza” nella programmazione dei diversi tipi di terapia ( strutturale, metabolica o emozionale) al fine di ottimizzarne i risultati.