Mai perdere l’occasione di sorridere

Quando incontriamo qualcuno di cattivo umore ce ne accorgiamo subito, e non è solo una questione di sopraciglia aggrottate… tutto il suo atteggiamento manderà il messaggio che è meglio girare alla larga.

Lo stesso si può dire per quanto riguarda una persona allegra o triste o serena ecc.: non solo il viso ma tutto corpo assume una postura che esprime, a prima vista, l’umore di base dell’individuo. Anche il modo di muoversi cambia a seconda dello stato d’animo perché diverse sono le tensioni muscolari ad esso associate.

L’essere di buon umore, ovviamente, non può farci che bene. La rabbia, la paura, il rancore, il mal-umore ecc. sono invece chiari sintomi di mal-essere a cui è bene cercare rimedio.
E’ però importante sapere da dove deriva il guaio: possiamo essere di cattivo umore perché abbiamo avuto un contrattempo, o perché abbiamo bevuti troppi caffè, o perché abbiamo urtato contro uno spigolo… Insomma é accaduto qualcosa che ha alterato la nostra armonia.
Quando si tratta solo di “mal-essere” (la “malattia” è altra cosa) non è certo il caso di assumere psicofarmaci: è generalmente sufficiente avvalersi di rimedi naturali che allentino le tensioni associate allo stato d’animo negativo e che saranno in ogni caso un valido aiuto per superare la crisi emozionale.

La kinesiologia applicata permette di identificare il rimedio più adatto per aiutarci a recuperare la serenità allentando le tensioni presenti.